Santa Teresa Gallura

Santa Teresa Gallura, caratteristico borgo di pescatori, di impianto regolare a scacchiera, adagiato su un pianoro di roccia di fronte le Bocche di Bonifacio, è il lembo di Sardegna più prossimo alla Corsica. Anticamente vi sorgeva un piccolo centro abitato denominato Longonis, forse dal nome della naturale e profonda insenatura (il porto) detto appunto Longosardo. Oggi è una meta turistica molto ambita, il porto costituisce l’approdo naturale più grande e confortevole della Sardegna, con circa 700 posti barca. Riparato da tutti i venti e immerso in un contesto ambientale che non trova eguali. Strategica la vicinanza con lo splendido arcipelago di La Maddalena, la Costa Smeralda e le isole Corse.
Il comune di Santa Teresa Gallura vanta un primato invidiabile grazie ai suoi 48 km di coste e più di 7 km di spiagge bianche , la particolare vegetazione, il mare limpidissimo dagli incredibili colori dal turchese allo smeraldo, impreziosito da scogli granitici dalle forme più strane, le innumerevoli spiagge grandi e piccole tutte collegate da sentieri e la presenza di un invidiabile microclima, rendono la zona sempre meritevole di essere visitata in ogni periodo dell’anno, sia nel tiepido inverno che nella ventilata estate.

Le Spiagge

Oltre alla famosa spiaggia della Rena Bianca situata nel pieno centro del paese e pluripremiata da svariati anni del riconoscimento internazionale di Bandiera Blu nel raggio di dieci km troviamo altre bellissime località e spiagge da visitare necessariamente durante il soggiorno come Capo testa e la Marmorata ( 3 Km ), Rena Majore e Valle dell’Erica ( 5 Km ), Porto Pozzo ( 7 Km ) e San Pasquale – La Sciumara (11km).
Capo Testa è caratterizzata da lunghe spiagge di sabbia bianca e da innumerevoli e riparate insenature solitarie, ricche di un insolito e straordinario fascino che va assaporato soprattutto al mattino presto o al calar del giorno, quando il sole non ha ancora annullato i meravigliosi colori del mare incontaminato.
Da non perdere le alte formazioni granitiche che cadono a picco sul mare creando suggestive insenature raggiungibili, principalmente via mare. Capo Testa, rinomato paradiso dei surfisti, dei pescatori subacquei e dei velisti, è invitante anche per i semplici amanti dell’esplorazione dei fondali con maschera e boccaglio, siano essi adulti o bambini. Il mare lascia stupefatti per la purezza, la limpidezza e il colore spettacolare delle sue acque smeraldine. Unico e particolarmente suggestivo è il profumo che si avverte nell’aria, dovuto alla massiccia presenza di mirti, rosmarini, ginepri, che danno vita a una lussureggiante macchia mediterranea.